Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 

Cor Unum
La conversione dì Cromazíco fu sincera: il suo entusiasmo per la nuova fede la rese sprezzante dei pericoli e pronto a dare la vita per il Redentore. 
La sua casa diventò ben presto un luogo di riunione per i Cristianì e comincio' ad essere frequentata anche dal papa S. Caio, il quale vi celebrava i divini misteri. Finche' Cromazio pote' mantenere occulta la sua fede, duro' in carica di Prefetto della citta' e i Cristiani ebbero un periodo di pace. Si trattava di pochi mesi, ma sufficienti per riorganizzare la Chiesa, per condurre a termine l'istruzione dei neofiti, per colmare i vuoti fatti dalla persecuzione nella gerarchia ecclesiastica.
 
S. Caio papa ebbe il tempo di ordinare prete Tranquillino e diaconi i suoi due figli Marco e Marcelliano. Il nuovo ufficio fu di stimolo ai due fratelli per raddoppiare di zelo e per corrispondere in tutto alla fiducia del Papa.
Catechizzavano, soccorrevano i poveri , assistevano il Pontefice nella celebrazione dei divini misteri, visitavano i Confessori nelle carceri e infondevano loro coraggio e costanza. Dovunque si richiedeva la loro presenza, essi erano sempre pronti a intervenire, anche col pericolo di scoprirsi e di essere nuovamente catturati.
 
Ma il momento della prova suprema, se ritardato, non era tuttavia scomparso. La persecuzione infuriava ed era molto difficile poter durare a lungo senza farsi scoprire. Cromazio, nell'impossibilita' di poter conciliare la sua professione di cristiano con il suo ufficio di Prefetto della citta', aveva preferito dimettersi anziche' condannare a morte i suoi fratelli. A lui era succeduto Fabiano, tenacemente attaccato al culto degli idoli, fanatica e crudele.
La casa di Cromazio, divenuta sospetta, non poteva pìu' servire per luogo dì riunione per ì Cristiani. Questi si trasferirono presso un altro fervente cristiano, di nome Castolo, il quale era un ricchissimo zetario a maggìordomo del palazzo imperiale .
 
Note
 
 

Territorio

 
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright