Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
Sei in: - LE FRAZIONI - ALBE (Alba Fucens) - Storia - Storia e cittą Alba Fucens - La bottega in Via del Pilastri

La bottega in Via del Pilastri
Tavola del pittore Pietro Pernarella tratta dal lavoro "Alba Prope Fucinum Lacum"Le botteghe private si snodavano lungo i decumani di via dei Pilastri e via del Miliario, prospicienti agli edifici pubblici. Lungo via dei Pilastri l'isolato delle tabernae era sostenuto da uno dei muri di terrazzamento in opera poligonale che tagliano la valletta interna della città; la serie delle diciotto botteghe sinora messe in luce era preceduta da un porticato largo m. 2.35 sorretto da pilastri squadrati coronati da capitelli rettangolari (attualmente se ne conservano tre); disposti a distanze regolari e in corrispondenza delle murature portanti delle tabernae, raggiungevano un'altezza di circa m. 5. I pilastri del portico dovevano sorreggere il piano superiore delle botteghe, probabilmente adibito ad abitazione privata. 
 
La ripartizione primaria delle botteghe prevedeva che ogni singola unità raggiungesse le dimensioni di M. 5/5.50 di larghezza per una lunghezza di m. 9/12. Una divisione interna prevedeva anche l'esistenza di un retrobottega. La seconda taberna a partire dall'incrocio fra via dell'Elefante e via dei Pilastri era destinata a thermopolium, dove si vendevano bevande e vino caldo. Un bancone rivestito di crustae marmorae di colore rosa separava l'esercente dai clienti ed una vaschetta, posta sul bancone stesso, serviva presumibilmente per la mescita delle bevande. Alla base del bancone si conserva un tombino in pietra collegato con un condotto sottostante. 
 
In alcune botteghe si vedono ancora grossi contenitori di ceramica incassati nel pavimento, da cui si potevano attingere, per mezzo di orci o attingitoi, olio, latte, vino, ecc. Tutta la serie di botteghe era preceduta da soglie in pietra con scanalature per lo scorrimento di pannelli mobili, bloccati agli stipiti da una sbarra al momento della chiusura dei locali.
 
Tratto da Alba Prope Fucinum Lacum
( Testi a cura della prof. Roberta Cairoli illustrazione del pittore Pietro Pernarella )
 
 
Sei in: - LE FRAZIONI - ALBE (Alba Fucens) - Storia - Storia e cittą Alba Fucens - La bottega in Via del Pilastri

Territorio

 
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright